Bisogni Educativi Speciali (BES) e Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA)

ATTIVITA’ PER ALUNNI con Disturbo Specifico di Apprendimento

Docenti referenti

Primaria: Giannone Maria Concetta

Secondaria: Martinelli Franca

TIPO DI ATTIVITA’

CLASSI COINVOLTE

TEMPI

OBIETTIVI

Compilazione Piano Didattico Personalizzato(PDP) Tutte le classi Primaria e Secondaria Entro Novembre Individuare strumenti compensativi e azioni dispensative utili ad ogni alunno.Condivisione degli stessi con la famiglia e il tutor.
Individuazione precoce disturbi apprendimento letto-scrittura ( a cura di USR) Classi Prime e Seconde della scuola Primaria Da Gennaio a Maggio Individuazione precoce degli alunni con problematiche di dsa.
Sperimentazione e applicazione metodo Albero dei Verbi a cura di Luciana Lenzi Classe Terza della scuola Primaria di Vedrana e alcuni docenti in formazione Da Gennaio ad Aprile Apprendimento dei verbi attraverso una metodologia di tipo visivo/cinestesico.
Progetto Inclusione Teacher mappe   (compresa formazione docenti) 4 classi Prime della Scuola Secondaria Da Novembre a Maggio Realizzazione di mappe mentali, concettuali, procedurali utili a tutti gli alunni in un’ottica di inclusione.
Doposcuola a cura della coop.Anastasis in orario pomeridiano(finanziamento a carico delle famiglie) Singoli alunni della Primaria e Secondaria(a discrezione delle famiglie) Da Ottobre a Maggio Acquisizione di un metodo di studio supportato dall’uso del computer.Supporto psicologico agli alunni e alle famiglie.
Incontri specifici per i genitori   Uno a SettembreUno a Maggio Comunicare alle famiglie le linee guida della scuola in materia di DSA.
Aggiornamento dei docenti   Tutto l’anno Formare i docenti sull’utilizzo dei mezzi compensativi e sulle dinamiche di apprendimento degli alunni con DSA.

 COMUNICAZIONI  E NOTIZIE UTILI ALLE FAMIGLIE A.S. 2018/19

L’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna e la Regione Emilia-Romagna, Assessorato Politiche per la Salute, hanno firmato, nel mese di Febbraio 2016, il Protocollo di Intesa (con validità di 3 anni) per le attività di individuazione precoce dei casi sospetti di DSA (Disturbo specifico di Apprendimento) in applicazione dell’art. 7 comma 1 della Legge 8 ottobre 2010 n.170.

E’ stato prodotto un fascicolo illustrativo dei suggerimenti operativo-didattici ed esempi di attività che le scuole primarie sono chiamate a realizzare nel primo biennio per individuare le difficoltà di apprendimento che potenzialmente potrebbero risultare indicative di un DSA.

E’ stato indicato che dall’anno scolastico 2016/2017 tutte le scuole primarie saranno coinvolte nell’individuazione precoce dei Disturbi Specifici di Apprendimento con alcune prove di carattere didattico. Il percorso delineato in questo protocollo si articola in 3 fasi: 1. individuazione degli alunni delle classi prime e seconde della scuola Primaria che presentano difficoltà significative nell’apprendimento della lettura e della scrittura; 2. attivazione dei percorsi di potenziamento didattico con l’obiettivo di recupero di tali difficoltà; 3. segnalazione dei soggetti che a fronte del potenziamento didattico presentano una persistenza delle difficoltà nell’acquisizione della letto-scrittura.

indicazioni per la definizione del percorso di individuazione precoce di possibili difficoltà di apprendimento: a. effettuazione delle prove in ambito scolastico e seconda una precisa tempistica: classi prime (nel mese di Gennaio e nel mese di Maggio) classi seconde (nei mesi di Marzo/Aprile) b. prove sia collettive che individuali, valutazione dei seguenti parametri: lettura di parole, non parole, brano (correttezza/accuratezza e rapidità) ; scrittura di parole e non parole (correttezza) c. interventi di potenziamento: per le classi prime (tra Febbraio e Maggio) per le classi seconde (durante l’anno scolastico).

collaborazione scuola-famiglia e servizi sanitari:

a. alleanza educativa

b. rispetto dei ruoli e delle competenze

c. comunicazione chiara e corretta: le istituzioni scolastiche assicurano alle famiglie queste informative:

informativa sulla privacy mod 1 e mod.2 da leggere con attenzione

– una informativa preliminare allo svolgimento delle attività di individuazione precoce sottoscritta da entrambi i genitori o dagli esercenti la responsabilità genitoriale (allegato 2A)

 

− L’individuazione precoce non ha carattere diagnostico ma di monitoraggio degli apprendimenti, la valutazione della diagnosi DSA può essere formulata dai Servizi sanitari (SSN) o dal professionista privato solo al termine della classe seconda della scuola Primaria e può essere consegnata dalla famiglia (non è obbligatoria) alla scuola per l’attivazione di quanto previsto dalla Legge n.170/2010 con il relativo PDP.

allegato mod 1 informativa privacy mod.1

allegato mod.2 informativa privacy mod. 2

allegato 2A autorizzazione trattamento dati

 

RIFERIMENTI NORMATIVI 

PRO DSA 2015.16

Circolare_MIUR_n._8_6_Marzo_2013

Circolare-8-del-31-Maggio-2012

Direttiva_Ministeriale_27_dic_2012_-Strumenti_di_Intervento_alunni_con_BES

Linee_guida_DSA_12_luglio_2011

Decreto_iInterministeriale_art._7_comma_1_Legge_170_2010

legge170_10

Linee guida dell’Istituto per gli alunni con DSA.

allegato Indicazioni per il Piano Didattico Personalizzato per alunni DSA

 

DOCUMENTO DI ORIENTAMENTO TERRITORIALE PER IL CONTRASTO AL DISAGIO E ALLA DISPERSIONE SCOLASTICA – DISTRETTO PIANURA EST

Lo scorso 14 giugno nell’ambito della approvazione del Programma Attuativo 2012 del Piano di Zona per la Salute e il Benessere Sociale, è stato approvato il Documento di Orientamento per il contrasto del disagio e della dispersione scolastica.
Il documento, elaborato dal Gruppo interistituzionale Distretto Pianura Est per la prevenzione del disagio e per il contrasto alla dispersione scolastica e formativa, è stato redatto con l’obiettivo di effettuare una ricognizione su disagio/dispersione scolastico – formativa per poter poi assumere orientamenti il più possibile condivisi che possano diventare punti di riferimento per l’azione di quanti, a diverso titolo, intervengono per la prevenzione del disagio scolastico e per il contrasto alla dispersione scolastica e formativa.
Il documento è stato presentato lo scorso 22 novembre 2012.  Sperando di fare cosa gradita lo pubblichiamo sul sito.

Allegato:  DOCUMENTO DI ORIENTAMENTO PER IL CONTRASTO DEL DISAGIO E DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA

 

 

COMUNICAZIONI ALLE FAMIGLIE

- E’ online AID eShopportale che permette di acquistare prodotti e servizi dedicati ai DSA, direttamente da società specializzate.  https://eshop.aiditalia.org/it/prodotti?sub=1%2C2&ord=0&pag=1

- Dal 05 luglio 2017 è attivo il servizio LibroAID 

per maggiori informazioni visitare il sito Associazione Italiana Dislessia


Chiarimenti sulle modalità della certificazione da presentare alle scuole.